RTS SOLUZIONI S.N.C.

  • ANALISI DEI RISCHI D.LGS. 31/01

Analisi rischi

Analisi rischi

IL DECRETO Lgs. 31/01
  • Con i suoi allegati traccia la linea guida per la tutela dell’utente sulla potabilità dell’acqua limitando la responsabilità civile e penale dell’acquedotto al contatore, coinvolgendo dal contatore al punto di utilizzo il proprietario, nel caso di abitazione privata, o l’amministratore per il condominio.
  • Si stabilisce che “il titolare o il gestore dell’edificio o della struttura devono assicurarsi che i valori di parametro rispettati nel punto di consegna (contatore), siano mantenuti nel punto in cui l’acqua fuoriesce dal rubinetto”, con particolare attenzione ai materiali e apparecchiature costituenti gli impianti e alla loro manutenzione.
  • Nel caso sia verificato che non potabilità dell’acqua prelevata dal rubinetto, sia dovuta a cause insorte nel tratto di rete che va dal contatore all’utilizzo, sono previste delle sanzioni amministrative.

 

Analisi rischi

APPLICAZIONE DEL DECRETO

 

  • Il proprietario o l’amministratore per tutelarsi dal mancato controllo che potrà essere considerato inadempienza dall’ autorità, dovrà dimostrare di avere “sotto controllo“ la situazione impiantistica e di aver intrapreso tutti i provvedimenti atti ad evitare modificazioni dell’acqua potabile, attraverso una accurata valutazione dei rischi di contaminazione dell’impianto idrico.
  • Per sollevare il proprietario o l’amministratore da qualunque preoccupazione e responsabilità, eseguiamo un “LIBRETTO IMPIANTO” che prevede un sopralluogo tecnico e un’analisi chimico-batteriologica dell’acqua della rete condominiale, effettuata da un laboratorio certificato, con i suggerimenti più idonei per prevenire o risolvere eventuali situazioni a rischio

 

COSA CONTIENE IL LIBRETTO IMPIANTO

 

  • L’intestazione dell’abitazione o del condominio soggetto ad indagine.
  • La relazione del sopralluogo con la raccolta dei dati dell’impianto.
  • La documentazione fotografica riguardante le parti dell’impianto analizzate.
  • Uno schema a blocchi della rete di distribuzione dell’acqua.
  • La valutazione generale dello stato degli stessi ed eventuali suggerimenti da adottare, per prevenire o risolvere eventuali situazioni a rischio.
  • La relazione esplicativa per la valutazione dei risultati delle analisi del campione/i d’acqua raccolto/i. Il certificato dell’analisi, su campione/i rilasciato dal laboratorio certificato.

 

INDICAZIONI IMPORTANTI SUL DECRETO Lgs. 31/01 : Quanto descritto aiuta sicuramente a capire che il semplice prelievo del campione d’acqua e l’analisi successiva, senza una valutazione dell’impianto idrico e delle apparecchiature eventualmente installate (filtri, addolcitori, serbatoi in pressione, ecc.), non sono sufficienti a prevenire eventuali situazioni a rischio che si potrebbero verificare successivamente nel tempo, anche se l’analisi ha dato un esito negativo, si raccomanda pertanto l’adozione di misure di prevenzione più idonee e complete, atte a salvaguardare l’utente e l’amministratore.

“DIAGNOSI SOLUZIONE E PREVENZIONE - PROBLEMATICHE IMPIANTI TERMOSANITARI”

RTS s.n.c. di G. Berto & G. Biraghi | Via G. Verdi, 180 – 20831 Seregno (MB) - Italia | Tel.: 0362/24.33.05 - fax: 0362/23.91.32 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi è online

Abbiamo 162 visitatori e nessun utente online


Per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore questo sito utilizza anche cookie di partner selezionati.
Se vuoi saperne di più, o se vuoi modificare il tuo consenso oppure proseguendo la navigazione o cliccando su acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.